Mimmo Totaro, nato a Como nel 1948, ha frequentato il Politecnico di Milano collaborando per molti anni con studi di architettura.
Nello studio di Como, in via Pannilani 23, edificio artigianale recentemente ristrutturato su suo progetto, svolge attività inerenti l'architettura, l'arredamento, la grafica e la scultura.

Dal 1971, anno della sua prima mostra personale alla Galleria Il Salottino di Como presentata dal grafico elvetico Max Huber, partecipa ad esposizioni collettive sia in Italia che all'Estero. Lavora nel campo della grafica (disegni a china, acqueforti e serigrafie), della pittura (pannelli con chiodi, fili e corde) e della scultura (legno, rame, ferro, corde e specchi).

Interviene in spazi urbani con strutture di grandi dimensioni realizzate con materiali legati alla "Textile Art". Riconosciuta e apprezzata è anche l'attività dedicata agli allestimenti espositivi: nel 1986 Mimmo Totaro firma l'allestimento di due mostre personali promosse dal Comune di Como negli spazi del Broletto, ad aprile per Pietro Clerici e a settembre per Giovanni Tavani. Dal 1991 inoltre l'artista coordina l'intero progetto espositivo della mostra Miniartextil, sia a Como che nelle altre sedi di Parigi, Venezia, e nelle altre città in cui viene ospitata la manifestazione. La struttura creata per i minitessili viene anche richiesta per eventi culturali, fieristici e aziendali, ultimo in ordine di tempo.

Tra le maggiori esposizioni internazionali a cui ha preso parte:
il Premi Internacional Dibuix Joan Mirò alla Fondazione di Barcellona dal 1993
la 10° Biennale International de la Tapisserie al Museo Cantonale di Losanna in Svizzera
la 5th International Triennale of Tapestry a Lodz in Polonia
l'XI Rassegna Internazionale di Disegno a Rijeka in Jugoslavia
l'8th International Biennial of Miniature Textiles a Szombathely in Ungheria
la IV Triennale Internationale des Mini-textiles ad Angers in Francia.
Come giurato, partecipa nel 2003 al Concorso Internazionale d'Arte tessile Premio Valcellina e nel 2011 alla VI Biennale internazionale di Arte Tessile Contemporanea in Messico, presso la città di Xalapa.

Tra le mostre personali e le performance più significative si ricordano:
nel 1973 e nel 1979, presentato da Eli Riva, esposizioni personali alla Galleria La Colonna di Como;
nel 1974 alla Galleria dell'Aquilone di Urbino presentato da Mario Radice;
nel 1982 la partecipazione alla manifestazione I sentieri del tempo NON-STOP D'ARTE presso la Scuola media "Ugo Foscolo" di Como;
nel 1983 alla Galleria La Loggia di Carona – Lugano;
nel 1990 partecipa a Koinè, mostra concorso per l'ideazione di una Casula a Vicenza;
nel 2007 presso la tessitura Mantero GALLERY di Como si tiene l'esposizione LE MUSE con intervento critico di Luciano Caramel;
nel 2012 a Como, nella Chiesa di San Pietro in Atrio, Luciano Caramel cura la mostra La dimensione nascosta

Dal 1991 organizza a Como la Mostra Internazionale d'Arte Tessile Contemporanea Miniartextil insieme a Nazzarena Bortolaso con la quale costituisce nel 1994 "Arte&Arte", Associazione Culturale di promozione sociale, che opera a Como e che promuove eventi artistici sia in Italia che all'Estero.
Nel 2018 nasce la Fondazione Bortolaso-Totaro-Sponga, che ha come obiettivo quello di conservare e promuovere l'inestimabile patrimonio della fiber art, nell'ambito più generale dell'arte contemporanea.